mail unicampaniaunicampania webcerca

    Raffaello SANTAGATA DE CASTRO

    Insegnamento di DIRITTO DEL LAVORO

    Corso di laurea magistrale in SCIENZE E TECNICHE DELLE AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE

    SSD: IUS/07

    CFU: 6,00

    ORE PER UNITÀ DIDATTICA: 36,00

    Periodo di Erogazione: Primo Semestre

    Italiano

    Lingua di insegnamento

    italiano

    Contenuti

    Non si tratta di un corso integrato
    Parte I: L’organizzazione giuridica del mercato del lavoro. - Contratto di lavoro, subordinazione e organizzazione. La flessibilità dell’impresa e del lavoro. Rapporti e mercati di lavoro con discipline speciali. Tutela antidiscriminatoria. Il lavoro nelle pubbliche amministrazioni. Datori di lavoro e articolazioni delle regole. La specialità per le qualità personali e professionali o del servizio reso. I mercati del lavoro con discipline speciali.
    PARTE II: Organizzazioni sindacali, relazioni industriali e contrattazione collettiva Rappresentanza e rappresentatività sindacale. Le relazioni sindacali nell’impresa. La rappresentanza sindacale in azienda. Il sindacato nelle pp. aa.. I diritti di partecipazione. Il contratto collettivo. La specificità del contratto collettivo nel lavoro pubblico. Il conflitto collettivo e il diritto di sciopero.

    Testi di riferimento

    Per la parte I: M. ESPOSITO, L. GAETA, A. ZOPPOLI, L. ZOPPOLI, Diritto del lavoro e sindacale, Torino, Giappichelli, ultima edizione
    Per la parte II: Natullo G., Ambiente di lavoro e tutela della salute, Giappichelli, pp. 1-127
    Tali testi vanno integrati con tre saggi (a scelta) tra i seguenti working paper Massimo D’Antona scaricabili dal sito http://csdle.lex.unict.it/search/workingpapers.aspx?cat=WP%20CSDLE%20M.%20D'ANTONA-IT:
    1) M. Magnani, Autonomia, subordinazione, coordinazione nel d.lgs. n. 81/2015 WP 294/2016 oppure M.Magnani, Il contratto di lavoro subordinato. WP 360/2018 oppure A. Perulli, Il Jobs Act del lavoro autonomo e agile: come cambiano i concetti di subordinazione e autonomia nel diritto del lavoro - WP 341/2017;
    2) S. Scarponi, La dottrina giuslavoristica italiana di fronte al mutamento delle relazioni sindacali e alla questione della rappresentatività. WP 295/2016;
    3) S.B. Caruso, Testo Unico sulla Rappresentanza . WP 227/2014;
    4) M. Magnani , La disciplina del contratto di lavoro a tempo determinato: novità e implicazioni sistematiche. WP C 212/2014;
    5) A. Zoppoli, Art. 19 dello Statuto dei lavoratori, democrazia sindacale e realismo della Consulta nella sentenza n. 231/2013. WP 201/2014;
    6) E. Ghera, L’articolo 39 della Costituzione e il contratto collettivo WP 202/2014;
    7) A. Alaimo, Le agenzie per il lavoro: nuove regole e valutazioni di legittimità costituzionale WP C 36/2005;oppure S. Vergari, Verso il sistema unitario dei servizi per il lavoro WP 351/2018

    Obiettivi formativi

    1) sviluppare una capacità di analisi critico-descrittiva della normativa di diritto del lavoro vigente, che, essendo a diretto contatto con i mutamenti dell’economia, è sottoposta ad una continua evoluzione. 2) impartire allo studente le conoscenze per orientarsi di fronte agli assetti normativi e agli indirizzi di politica legislativa che interessano nel nostro paese il mondo del lavoro. 3) far acquisire la capacità di integrare le conoscenze relative all’evoluzione storica del diritto del lavoro, comprenderne il fondamento valoriale e costituzionale, e infine fornire una chiave di lettura anche critico-valutativa del diritto positivo. 4) far acquisire la capacità di comunicare in modo chiaro e privo di ambiguità le loro conoscenze sulla disciplina dei rapporti individuali e collettivi di lavoro. 5) Far sì che lo studente sviluppi quelle capacità di apprendimento per continuare a studiare per lo più in modo auto-diretto o autonomo le tematiche oggetto del corso

    Prerequisiti

    Non sono richieste propedeuticità.
    Lo studente deve avere una formazione di cultura generale tale da poter affrontare lo studio delle problematiche giuridiche trattate nel corso.

    Metodologie didattiche

    Le attività didattiche consistono in lezioni frontali e perseguiranno gli obbiettivi formativi mediante il confronto diretto con le fonti di disciplina e la considerazione di casi pratici .
    Il corso prevede 48 ore di didattica frontale per complessivi 8 CFU

    Metodi di valutazione

    La valutazione del candidato avviene mediante colloquio orale (oppure, previa richiesta, anche mediante test con domande a risposta multipla e/o aperta) con punteggio in trentesimi. La valutazione finale sarà comunicata allo studente. Ai fini del superamento dell’esame orale/scritto sarà valutato il grado di conoscenza della materia, la capacità di collegamenti critici, la capacità di sintesi, la qualità dell’organizzazione del discorso e dell’esposizione, l’uso del lessico specialistico, la capacità di approfondimenti in merito alle normative sul lavoro e agli indirizzi di politica legislativa.
    La prova orale consiste in un colloquio articolato in domande, in un numero non inferiore a quattro, ciascuna vertente su un argomento specifico del programma, ed è finalizzata ad accertare il livello di conoscenze raggiunto allo studente.

    Criteri di valutazione.
    Mancato superamento dell’esame: il candidato non raggiunge nessuno dei risultati descritti al punto “Obiettivi formativi”
    18-21: livello sufficiente di preparazione, in termini di conoscenza e comprensione della disciplina, capacità di analisi e di interpretazione
    22-24: livello pienamente sufficiente di preparazione, in termini di conoscenza e comprensione della disciplina, capacità di analisi e di interpretazione
    25-26: livello buono di preparazione, in termini di conoscenza e comprensione della disciplina, capacità di analisi e di interpretazione.
    27-29: livello molto buono di preparazione, in termini di conoscenza e comprensione della disciplina, capacità di analisi e di interpretazione.
    30-30 e lode: livello eccellente di preparazione, in termini di conoscenza e comprensione della disciplina, capacità di analisi e di interpretazione dei dati normativi e giurisprudenziali, capacità di restituire le competenze acquisite in forma chiara, lineare e ragionata.

    Altre informazioni

    La frequenza non è obbligatoria, ma è da ritenersi consigliata. Non è previsto il tutorato didattico.
    Nel corso delle lezioni frontali e seminariali il docente potrà avvalersi di slides e di altro materiale multimediale e/o audiovisivo a supporto della didattica.

    Programma del corso

    In ragione del rapporto ore/CFU, il programma verte sugli argomenti di seguito indicati.
    Parte I:
    Diritto del lavoro e diritto sindacale. Le fonti. Fenomeno sindacale e Costituzione. Le competenze dell’Unione europea in materia di politica sociale (1 CFU 6 ore)
    L’organizzazione giuridica del mercato del lavoro. L’assetto dei servizi per l’impiego e lo stato di disoccupato. I contratti di lavoro. Tutela antidiscriminatoria. (1 CFU 6 ore)
    La flessibilità dell’impresa e del lavoro. Rapporti e mercati di lavoro con discipline speciali. Il lavoro nelle pubbliche amministrazioni. (1 CFU 6 ore)

    PARTE II:
    I sindacati e le organizzazioni imprenditoriali. La libertà sindacale. Rappresentanza e rappresentatività sindacale. (1 CFU 6 ore)
    Le relazioni sindacali nell’impresa. La rappresentanza sindacale in azienda. (1 CFU 6 ore)
    Il sindacato nelle pp. aa.. I diritti di partecipazione. La contrattazione collettiva. (1 CFU 6 ore)
    Il contratto collettivo nel lavoro privato. La specificità del contratto collettivo nel lavoro pubblico. (1 CFU 6 ore)
    Il conflitto collettivo e il diritto di sciopero. La serrata. Lo sciopero nei servizi pubblici essenziali (1 CFU 6 ore)

    English

    Teaching language

    Italian

    Contents

    The course of Labor Contracts and Labor Relations is not an Integrated Course.
    Part I: Government Institutions and their Functions, with particuar regard to the offices of labour and the Centres for employment. Active labour policies and training. Individual Employment relationship, subordination and Organizational structure of the enterprise. Different kinds of individual labour contract. The Full-time Contract for an Indefinite Period. The fixed-term Contract. Anti-discrimination Law. Special labour contracts. Civil Servants.
    Part II: Trade Unions, Industrial relations and Collective bargaining. The structure of collective bargaining and its historical evolution. Organization and Structure of Trade Unions. Organization and Structure of Employers’ Associations. Legal Status of Trade Unions and Unions’ representativeness. Trade Union at Plant Level. Collective Agreement. Content and Effect of a Collective Agreement. Types of Collective Agreement. The Binding Effects. Extension of the Agreement. Collective bargaining in the public sector. Forms of Employee Participation. Industrial Conflict. The right to strike.

    Textbook and course materials

    Part I: M. ESPOSITO, L. GAETA, A. ZOPPOLI, L. ZOPPOLI, Diritto del lavoro e sindacale, Torino, Giappichelli, last edition.
    Part II: Natullo G., Ambiente di lavoro e tutela della salute, Giappichelli, pp. 1-127
    In addition to these handbooks the student shall choose three “Massimo D’Antona” working papers downloadable from the site http://csdle.lex.unict.it/search/workingpapers.aspx?cat=WP%20CSDLE%20M.%20D'ANTONA-IT:
    1) M. Magnani, Autonomia, subordinazione, coordinazione nel d.lgs. n. 81/2015 WP 294/2016 or M.Magnani, Il contratto di lavoro subordinato. WP 360/2018 or A. Perulli, Il Jobs Act del lavoro autonomo e agile: come cambiano i concetti di subordinazione e autonomia nel diritto del lavoro - WP 341/2017;
    2) S. Scarponi, La dottrina giuslavoristica italiana di fronte al mutamento delle relazioni sindacali e alla questione della rappresentatività. WP 295/2016;
    3) S.B. Caruso, Testo Unico sulla Rappresentanza . WP 227/2014;
    4) M. Magnani , La disciplina del contratto di lavoro a tempo determinato: novità e implicazioni sistematiche. WP C 212/2014;
    5) A. Zoppoli, Art. 19 dello Statuto dei lavoratori, democrazia sindacale e realismo della Consulta nella sentenza n. 231/2013. WP 201/2014;
    6) E. Ghera, L’articolo 39 della Costituzione e il contratto collettivo WP 202/2014;
    7) A. Alaimo, Le agenzie per il lavoro: nuove regole e valutazioni di legittimità costituzionale WP C 36/2005; or S. Vergari, Verso il sistema unitario dei servizi per il lavoro WP 351/2018

    Course objectives

    1) Knowledge and understanding.
    The student shall acquire a sufficient knowledge of the topics and themes indicated in the program with particular reference to the main source of regulation of the employment relationship and the basic notions of Collective Labour Relations. 2) Applying knowledge and understanding.
    The student shall be able to understand, from an interdisciplinary point of view, the Italian legal system, as well as analyse and contextualise the distintive features of the policies pursued by Labour Law legislation. 3) Making judgments. The student shall demonstrate the ability to integrate the acquired knowledge in relation to Italian Labour law and to critically evaluate its fundamental characteristics. 4) Communication skills. The student shall demonstrate communication skills in the exposition of topics and the ability to interact with non-specialist and / or expert interlocutors. 5) Learning skills
    The student shall demonstrate that he/she has understood and learned the principles and rules of Italian Labour Law, as well as the general and specific problems connected to it.

    Prerequisites

    Prerequisites are not required. At the beginning of the course the student must have a good level of general education such as to be able to face the study of legal problems in an Italian and international context.

    Teaching methods

    The teaching methods include lectures, seminars, exercises, study groups and debates on the main themes of the program.
    The course assigns 8 CFU and includes 48 hours of frontal teaching.

    Evaluation methods

    The evaluation of the candidate will be held through an oral interview for which the score is expressed in grades from 1 to 30. The minimum score to pass the exam is 18/30. To get a passing grade the student has to demonstrate that he/she has reached the "Training objectives", i.e. the student must demonstrate knowledge and understanding of the exam programme and he/she can apply it relating to the legal institutions of Italian Labour law.
    The oral test consists of an interview made up of minimum four questions about the specific topics of the program and aims to verify the knowledge acquired by the student.

    Evaluation criteria.
    Candidate failed the exam: the candidate does not achieve any of the results described in the "Training objectives" section.
    18-21: sufficient level of knowledge and understanding of the discipline, capacity for analysis and interpretation.
    22-24: more than sufficient level of knowledge and understanding of the discipline, capacity for analysis and interpretation.
    25-26: good level of knowledge and understanding of the discipline, capacity for analysis and interpretation.
    27-29: very good level of knowledge and understanding of the discipline, capacity for analysis and interpretation.
    30-30 cum laude: excellent level of knowledge and understanding of the discipline, ability to analyse and interpret legislation and jurisprudence, ability to communicate his/her conclusions clearly and unambiguously and its rationale underpinning.

    Other information

    During the lectures and seminars, the Professor can use slides and other multimedia and /or audio-visual materials as didactic support.
    Educational tutoring is not provided.

    Course Syllabus

    Considering the hours / CFU ratio, the program focuses on the following topics.
    Part I: Employment Law and Collective labour law. Sources of Labour Law. EU Labour law. (1 CFU - 6 hours)
    Government Institutions and their Functions, with particuar regard to the offices of labour and the Centres for employment. Active labour policies and training. Individual Employment relationship, subordination and Organizational structure of the enterprise. Anti-discrimination Law. (1 CFU - 6 hours)
    Outsourcing and Labour Law. Special labour contracts. Different kinds of individual labour contract. The Full-time Contract for an Indefinite Period. Fixed-term Contract. Civil Servants. (1 CFU - 6 hours)
    Part II:
    Part II: Trade Unions, Industrial relations and Collective bargaining. Organization and Structure of Trade Unions. Organization and Structure of Employers’ Associations. Legal Status of Trade Unions and Unions’ representativeness. (1 CFU - 6 hours)
    Industrial relations at Plant Level. Workers’ and Union Representation at Company Level. (1 CFU - 6 hours)
    Trade Union in the public sector. Forms of Employee Participation. The structure of collective bargaining and its historical evolution. (1 CFU - 6 hours)
    Collective Agreement. Content and Effect of a Collective Agreement. Types of Collective Agreement. The Binding Effects. Extension of the Agreement. Collective bargaining in the public sector. (1 CFU - 6 hours)
    Industrial Conflict. The right to strike. (1 CFU - 6 hours)

     

    facebook logoinstagram buttonyoutube logotype